banner_libro_parlato

Il Libro Parlato Lions è nato nel 1975 per iniziativa del “Lions Club Verbania” con la denominazione di ‘Servizio del Libro Parlato per i ciechi d’Italia “Robert Hollman” del Lions Club Verbania’ e con il finanziamento base della “Fondazione Robert Hollman” al quale, dal 1984, si sono aggiunti i contributi annuali dei Lions del Piemonte, della Liguria e della Val d’Aosta.

L’iniziativa, rivolta alla divulgazione tra i non vedenti dei libri – veicoli indispensabili di informazione e formazione, di diffusione del pensiero e d’evasione – s’integrava con la stampa in Braille, accessibile a pochi, e con la “Nastrobiblioteca” dell’Unione Italiana Ciechi di Roma, costituita da “audiolibri” registrati su grosse bobine. Si è trattato, dunque, di porre in atto un perfezionamento di questo metodo di registrazione passando dalle bobine, di difficile impiego, alle più pratiche cassette. Il sistema, che i Lions hanno per primi utilizzato, si è rivelato molto razionale, pratico, economico (gli apparecchi d’ascolto erano meno costosi e meno ingombranti del “magnetofoni”) e gradito agli utenti.E’ nato così il “Libro Parlato”, un’iniziativa Lions che ha tuttora, come scopo specifico, quello di promuovere la “buona lettura” e la cultura tra i non vedenti tramite la distribuzione, gratuita ed in prestito, di libri registrati su cassetta ed ora anche su CD in formato Mp3.

Le attività del servizio sono svolte presso:

Il Libro Parlato Lions è finanziato dai contributi liberali di associazioni, fondazioni, enti e dalle elargizioni di sostenitori particolarmente sensibili e generosi; inoltre il Libro Parlato Lions opera nelle sue sedi con personale per la maggior parte reperito tra le attive e sempre generose forze del volontariato.

Il Libro Parlato Lions è stato riconosciuto “Service Nazionale 2005/2006” al 53° Congresso Multidistrettuale Lions di Taormina (27/29 maggio 2005) ed è ora “Service Nazionale Permanente” (54° Congresso Multidistrettuale – Verona, 26/28 maggio 2006) dei Lions italiani.
Autonomia ed integrazione del disabile visivo sono – e saranno – i valori guida del Libro Parlato Lions.

il “Centro Operativo di Chiavari”, istituito nel 1988, che serve gli utenti della Liguria;

il “Centro Operativo Romolo Monti” di Milano, costituito dai Lions del Distretto 108 Ib, al quale dal 1989 sono affidati gli utenti della Lombardia e della Provincia di Piacenza;

la “Sede Robert Hollman” di Verbania, che serve tutti i disabili visivi del restante territorio nazionale ed estero e, unica in Italia, è fornita di audiolibri per ragazzi sino a 16 anni.


 

immagine 2

Progetto Martina – Parliamo ai giovani di tumori

Per affrontare in modo corretto il la lotta contro i tumori è neccessario conoscere l’argomento, discuterne ed assumere consapevolezza che è una patologia che colpisce chiunque: anziani, giovani, ricchi e poveri in eguale misura.

La lotta contro i tumori comincia proprio dalla conoscenza e richiede la “cultura della conoscenza” del problema e delle origini della malattia. La scuola ed i ragazzi rappresentano quindi il terreno ideale dove seminare questo tipo di approccio di conoscenza per “educare” i ragazzi a comportamenti che possono in molti casi essere preventivi e perchè una diagnosi preventiva è fondamentale per sconfiggere la malattia!